Malattie autoimmuni

L’autoimmunità è causa di diverse malattie croniche che, considerate nel loro insieme, interessano la donna in percentuale tre volte superiore rispetto a quella dell’uomo.

Le malattie autoimmuni sembrano associate ad un incrementato rischio di morbilità e mortalità cardiovascolare, verosimilmente in ragione dello stato infiammatorio sottostante, della non rara trombofilia concomitante, della scarsa attenzione per patologie diverse dalla principale e, infine, per il frequente uso di farmaci che possono favorire l’insorgenza di eventi cardiovascolari.
La necessità di operare una atttenta prevenzione cardiovascolare, in caso di concomitante patologia autoimmunitaria, deve sempre essere attentamente presa in esame e, ovviamente, ponderata in base alle caratteristiche individuali della paziente.
In attesa di trial specifici, nella paziente con malattia su base autoimmune l’obiettivo terapeutico da realizzare è di ridurre precocemente i diversi fattori di rischio cardiovascolare presenti, come nella popolazione generale quali ipertensione arteriosa sistemica, dislipidemia, abitudine al fumo di sigaretta ecc.
Naturalmente, tra i rischi per l’aterogenesi nelle patologie autoimmuni vanno considerati e combattuti: l’uso di farmaci capaci di favorire eventi cardiovascolari e cerebrovascolari (steroidi, fans ecc) e la scarsa attenzione del medico e del paziente nei confronti di patologie diverse e quindi nella correzione del rischio cardiovascolare.

Per tali motivi la UOSD Prevenzione Cardiovascolare pone attenzione a tale categoria di pazienti.
Per appuntamenti rivolgersi al CUP.

Disclaimer. Questo sito web propone contenuti a scopo informativo e di prevenzione e, in nessun caso, tali contenuti possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica e il rapporto diretto con il medico.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Iperuricemia
08/02/2015 - 15:33

L’iperuricemia è un problema metabolico che sta aumentando nel mondo da alcuni anni.

Disfunzione erettile
08/02/2015 - 15:43

Cosa è la disfunzione erettile ?

E’ l’incapacità di raggiungere e/o mantenere un’erezione sufficiente a condurre un rapporto sessuale soddisfacente la cui prevalenza nella popolazione generale è difficile da stimare per la disomogeneità dei risultati dei diversi studi.

24/03/2015 - 17:00

La carenza di vitamina D si ricontra in circa il 30-50% della popolazione generale. Le evidenze scientifiche a supporto del legame fra vitamina D e sistema cardiovascolare sono, ormai, assodate per molteplici aspetti.