Ipertensione secondaria

Sebbene nella maggior parte dei pazienti l’ipertensione sia essenziale, nel 15% dei casi circa è possibile riconoscere una causa ben precisa.

Principali cause di ipertensione secondaria:

  1. da sostenze esogene: contraccettivi orali, steroidi, FANS, cocaina, anfetamine, inibitori-MAO, ergotamina, eritropoietina, ciclosporina, prodotti di erboristeria contenenti liquirizia, sodio, estratti surrenalici ecc
  2. renale nefrovascolare: ateromasica o da displasia fibromuscolare
  3. nefroparenchimale: glomerulonefrite, malattia policistica, collagenopatia, idronefrosi, nefropatia diabetica
  4. endocrina: Ipo-ipertiroidismo, iperparatiroidismo, acromegalia
  5. patologie surrenaliche: iperaldosteronismo, ipercortisolismo, feocromocitoma, iperplasia surrenalica congenita.

Altre cause: Sindrome delle apnee notturne (OSAS), coartazione dell'aorta, ipertensione neurogena, eclampsia, policitemia...

 Si deve sospettare una causa secondaria dell’ipertensione in caso di:

  1. ipertensione severa o refrattaria (PA > 140/90 mmHg con 3 farmaci a dose piena, incluso diuretico);
  2. improvviso incremento della pressione in un paziente iperteso precedentemente ben controllato
  3. comparsa in età pediatrica o prima dei 30 anni, specie in pazienti non obesi senza familiarità per ipertensione.

 

Caratteristiche cliniche delle diverse cause di ipertensione secondaria

  • Patologia nefrovascolare: rapido incremento della creatininemia dopo somministrazione di CE-inibitori o sartani. Ipertensione moderata – severa- in paziente con aterosclerosi diffusa o ipoplasia renale unilaterale. Episodi ricorrenti di edema polmonare acuto.
  • Malattia renale primitiva: aumento della creatininemia, riduzione della clearance. Anomalie all'esame urine(proteinuria/ematuria).
  • Contraccettivi orali: rialzo pressorio temporalmente correlato all'uso.
  • Coartazione dell'aorta: ipertensione degli arti superiori con riduzione del polso femorale: pressione ridotta e non misurabile agli arti inferiori.
  • OSAS: principalmente uomini obesi con russamento, apnee notturne e sonnolenza diurna.
  • Iperaldosteronismo primitivo: ipopotassemia con potassiuria aumentata (ma oltre la metà dei pazienti sono normokaliemici): PRA soppressa, aldosterone >15 ng/dL;ARR>40.
  • Sindrome di Cushing: Facies cushingoide, obesità centrale, miopatia prossimale ed ecchimosi.
  • Feocromocitoma: ipertensione parossistica (ma nel 60% dei casi è stabile). Triade sintomatologica composta da: cefalea, cardiopalmo, sudorazione.
  • Ipotiroidismo: sintomi di ipotiroidismo. TSH elevato.
  • Ipertiroidismo: sintomi di ipertiroidismo. TSH soppresso.
  • Iperparatiroidismo primitivo: ipercalcemia. Calcolosi renale ed osteoporosi.

Quando sospettare un'ipertensione da causa endocrina?

  • Familiarità per ipertensione giovanile o accidente cerebro-vascolare in giovane età (<40 anni)
  • Ipertensione ad esordio giovanile e/o ictus precoce
  • Ipertensione di 1°- 2° grado alla dignosi o ipertensione resistente (PA>140/90 mmHg con 3 farmaci a dose piena, incluso diuretico)
  • Ipertensione in pazienti con incidentaloma surrenalico
  • Ipertensione associata ad ipopotassemia spontanea o provocata d diuretici (considerare anche livelli di K+ normal-bassi in corso di terapia con ACE-inibitori, sartani o in pazienti con IRC)

Quali esami di screening richiedere nel sospetto di ipertensione endocrina?

Gli esami ormonali vanno richiesti in base al sospetto clinico.

In assenza di segni/sintomi specifici, gli esami di primo livello possono essere:

  • PRA/aldosterone (previa sospensione dei farmci interferenti)
  • TSH
  • Calcemia

Esami di screening da richiedere in casi selezionati:

  • catecolamine/metanefrine plasmatiche e/o urinarie nel sospetto feocromocitoma
  • test di Nugent e/o cortisoluria 24h nel sospetto ipercortisolismo.

Disclaimer. Questo sito web propone contenuti a scopo informativo e di prevenzione e, in nessun caso, tali contenuti possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica e il rapporto diretto con il medico.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

19/11/2014 - 21:03

E’ oramai noto come la salute delle donne passi attraverso un corretto stile di vita e attraverso lo screening precoce delle patologie che maggiormente incidono sull’aspettativa di vita media.

gravidanza
12/03/2015 - 12:10

La malattia cardiovascolare nella donna è ancora oggi sottovalutata nonostante sia una delle prime cause di morte femminile.

Il cuore delle donne
05/02/2015 - 18:28

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte nelle donne italiane: 43.8% dei decessi circa.
La cardiopatia ischemica è la principale causa di morte cardiovascolare nelle donne < 75 anni.

Ipertensione
07/02/2015 - 23:37

L’ipertensione arteriosa sistemica colpisce circa il 33% della popolazione italiana. Di questi pochi sono i soggetti che nonostante la terapia raggiungono e mantengono nel tempo il goal pressorio.