Aree Tematiche

Aree Tematiche

Le malattie cardiovascolari sono estremamente diffuse nella popolazione. Rappresentano la prima causa di morte nei Paesi industrializzati, tra cui l'Italia, e sono in aumento. Sono causa non solo di numerosi decessi ma anche di una riduzione della qualità di vita di chi ne è colpito in maniera non letale. Le malattie cardiovascolari si possono, almeno in parte prevenire. Ciò è possibile mettendo in atto una serie di misure di tipo comportamentale (smettere di fumare, modificare le abitudini alimentari, fare attività fisica) e di tipo terapeutico (ridurre la pressione alta, il colesterolo alto, controllare il diabete). Adottare questi consigli significa fare prevenzione. La prevenzione è senza dubbio la migliore strategia da adottare per ridurre l'incidenza delle malattie cardiovascolari! Un valido programma di prevenzione può essere effettuato solo dopo aver identificato cosa è necessario modificare. In altre parole, è importante riconoscere l'esistenza di fattori che predispongono un singolo soggetto ad andare incontro ad una malattia cardiovascolare o la presenza della malattia ancora asintomatica.

E' ampiamente dimostrato che il rischio cardiovascolare è reversibile e la riduzione dei fattori di rischio maggiori porta ad una riduzione degli eventi e al verificarsi di eventi meno gravi. Le motivazioni che sottendono alla necessità di sviluppare strutture e funzioni di Cardiologia preventiva quindi gli obiettivi generali delle stesse

Disclaimer. Questo sito web propone contenuti a scopo informativo e di prevenzione e, in nessun caso, tali contenuti possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica e il rapporto diretto con il medico.

ELENCO AREE TEMATICHE

Ipertensione

Ipertensione
Una pressione arteriosa elevata costringe il cuore a un superlavoro e accelera la formazione di aterosclerosi nelle pareti delle arterie. Il cuore è una pompa che, con le sue contrazioni, invia sangue a tutti gli organi e tessuti del corpo.

Dislipidemia

dislipidemia
Per dislipidemia di intende un'alterazione del profilo dei grassi (lipidi) nel sangue (colesterolo e/o trigliceridi). Il termine, di per sè, è quindi generico e richiede un'ulteriore indicazione dei parametri alterati.

Nuovi Fattori di Rischio Cardiovascolare

La prevenzione delle patologie cardiovascolari sta allargando sempre più i propri orizzonti per il fatto che sempre maggiori sono le evidenze scientifiche a supporto di un overlap fra le diverse patologie ad eziologia infiammatoria come ad esempio le patologie autoimmuni. Ciò comporta un aumento delle competenze richieste a ciascun specialista al fine di ottimizzare la gestione dei propri pazienti in prevenzione.

Conseguenze Cliniche

Conseguenze Cliniche

Le conseguenze cliniche dei fattori di rischio cardiovascolare sono le patologie cardio e cerebrovascolari nonchè l'insufficienza renale cronica. Obiettivo principale di una Struttura Dipartimentale di Prevenzione Cardiovascolare è proprio quella di cercare di evitare o meglio rallentare  il più possibile l'instaurarsi di tali patologie che ancora oggi rappresentano la prima causa di morbilità e mortalità cardiovascolare.

Fumo

Fumo

Il primo ‘tiro’ di sigaretta di solito è un’esperienza sgradevole: il sapore è amaro e provoca nausea, quasi sempre si comincia a tossire e si avverte una sensazione di bruciore alla gola! Sono le normali reazioni del nostro corpo alle sostanze irritanti e al monossido di carbonio presenti nel fumo di tabacco: un segnale forte e chiaro che ci avverte del pericolo. Nel giro di breve tempo, dopo varie assunzioni, ci si adatta e i segnali d’allarme non vengono più percepiti.

Stile di Vita

Stile di Vita

E' noto che per le malattie cardiovascolari, così come per molte altre patologie, la prevenzione e la cura passano anche attraverso una sana alimentazione che è considerata uno dei cardini della prevenzione.

Counseling Motivazionale

Il Counseling Motivazionale , costituisce sicuramente la novità per ciò che concerne le attività ambulatoriali offerte dalla SSD Prevenzione Cardiovascolare.In quest’ambito , si offre al paziente un sostegno pratico , emotivo, scientifico e funzionale , allo stile di vita adottato fino a quel momento. Viene proposto un percorso di circa 3-4 incontri nell’ambito del quale il paziente è posto al centro dell’interesse operativo di tutti i componenti dello staff ( ognuno per la propria competenza ) che compone l’intera SSD Prevenzione Cardiovascolare.Pertanto :

Linee Guida Europee

La prevenzione cardiovascolare è un coordinato insieme di azioni, a livello pubblico e privato, con lo scopo di eradicare, eliminare e ridurre al minimo l'impatto delle patologie cardiovascolari e la relativa disabilità. Le basi della prevenzione sono radicate nell'epidemiologia cardiovascolare e nella evidence-based medicine.