Nuovi fattori di rischio cardiovascolare

Vitamina D e rischio cardiovascolare

La carenza di vitamina D si ricontra in circa il 30-50% della popolazione generale. Le evidenze scientifiche a supporto del legame fra vitamina D e sistema cardiovascolare sono, ormai, assodate per molteplici aspetti. la carenza di vitamina D, infatti, comporta un 'attivazione del sistema renina-angiotensina-aldosterone in grado di predisporre all'ipertensione arteriosa e all'ipertrofia ventricolare sinistra cardiaca.

Conseguenze Cliniche

Conseguenze Cliniche

Le conseguenze cliniche dei fattori di rischio cardiovascolare sono le patologie cardio e cerebrovascolari nonchè l'insufficienza renale cronica. Obiettivo principale di una Struttura Dipartimentale di Prevenzione Cardiovascolare è proprio quella di cercare di evitare o meglio rallentare  il più possibile l'instaurarsi di tali patologie che ancora oggi rappresentano la prima causa di morbilità e mortalità cardiovascolare.

Nuovi Fattori di Rischio Cardiovascolare

La prevenzione delle patologie cardiovascolari sta allargando sempre più i propri orizzonti per il fatto che sempre maggiori sono le evidenze scientifiche a supporto di un overlap fra le diverse patologie ad eziologia infiammatoria come ad esempio le patologie autoimmuni. Ciò comporta un aumento delle competenze richieste a ciascun specialista al fine di ottimizzare la gestione dei propri pazienti in prevenzione.

Malattie autoimmuni

L’autoimmunità è causa di diverse malattie croniche che, considerate nel loro insieme, interessano la donna in percentuale tre volte superiore rispetto a quella dell’uomo.

Disfunzione erettile

Disfunzione erettile
E’ l’incapacità di raggiungere e/o mantenere un’erezione sufficiente a condurre un rapporto sessuale soddisfacente la cui prevalenza nella popolazione generale è difficile da stimare per la disomogeneità dei risultati dei diversi studi.

Disclaimer. Questo sito web propone contenuti a scopo informativo e di prevenzione e, in nessun caso, tali contenuti possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica e il rapporto diretto con il medico.